15 49.0138 8.38624 1 0 4000 1 https://www.navelmagazine.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt
Tag / body

Empatia al gratin: La sensibilità di Delia Casalone, introversa socievole ai fornelli.

Delia Casalone è un’aspirante chef che incarna nell’animo lo stile placido della sua Torino, tanto discreta quanto elegante. Il suo entusiasmo per la cucina nasce dalla curiosità di conoscere quel che ci attraversa e di maneggiarlo come un bene prezioso, da offrire in dono a papille trepidanti di accogliere un incontro: quello nostro con ciò...Continua a leggere
Condividi:

Dalla crisalide alla ballroom: La metamorfosi di Lucy Cantiello, nello sfavillante revival delle icone anni 80.

Chi ripensa agli anni 80, di solito, ne ricorda con leggero imbarazzo il trend degli scaldamuscoli sui fuseaux fluo e l’ossessione per la permanente. In realtà, però, quella decade così controversa ha seminato lungo il suo corso il seme di una spregiudicatezza sino a quel momento impensabile, capace di dare una scossa all’encefalogramma impigrito della...Continua a leggere
Condividi:

Hum-ana Logica. Le fotografie di Cecilia Minutillo e lo storytelling di un’autenticità in chiaroscuro.

Cecilia Minutillo avvicina la macchina fotografica ai suoi occhi ed è come se dall’altra parte della lente i punti di vista si moltiplicassero e riconoscessero a vicenda. Un modo speciale di spiare dal buco della serratura in uno specchio attraversato da continui passanti che ne arricchiscono il riflesso . La passione per le diapositive le...Continua a leggere
Condividi:

Anatomia del Sogno. Le distorsioni di Henriette Ebbesen, quando la natura diventa stridente utopia.

Quale meta evanescente più del sogno può ricordarci che la carne ci dà consistenza ma è l’immaginazione a renderci fluidi? Esseri dalla percezione cangiante. Liquidi come raggi di luce vibranti sul mare. Duttili come il rame quando trasporta l’elettricità. Metafisici com’è chiudere gli occhi e catapultarsi nel nostro subconscio alla stessa potenza di un viaggio...Continua a leggere
Condividi:

Petals of Pleasure: Il déshabillé super-accessoriato di Maneesha Gallage, tra narcisismo e rivoluzione.

Maneesha Gallage è un fashion designer senza veli, che posa coperta perlopiù da un caos sovrabbondante di gioielli e dallo sfarzo di una personalità che brilla di luce propria. Nata in Sri Lanka e trasferitasi a Oslo per frequentare il corso di Fashion Design, decide di mettere in scena il suo corpo come fosse la...Continua a leggere
Condividi:

One Girl Show: Le performance strampalate di Maya Golyshkina e il riscatto degli incompresi.

La stanza di Maya è un palcoscenico per le irresistibili bizzarrie che solleticano la fantasia di una giovane performer irriverente come lei. La sua testa è una centrifuga di idee. Un tornado di inventiva che investe ogni oggetto che incontra e lo restituisce alla fotocamera sotto una nuova forma, camuffato tra i costumi di scena...Continua a leggere
Condividi:
Categoria:Creativity, Curry, Life, Woman

Muse Sgualcite. L’estetica ultra-femminile di Teresa Ciocia e la rivincita della sensualità.

Nel burro delle sue forme o tra gli spigoli di un volto austero, ogni donna abita l’immagine come un segnale del proprio temperamento. La femminilità, d’altronde, non è un pegno né una virtù ma un modo di governare le emozioni in totale anarchia, esibendo o contenendo la piena di sensazioni che ognuna, intimamente, vive. Teresa...Continua a leggere
Condividi:
Categoria:Curry, Life, Woman

La Sfinge dipinta: I ritratti plasmati dalla grafica nel make-up design di Camilla Iacobitti.

Camilla Iacobitti è una make-up artist dalla creatività ermetica e multiforme. Per esprimere il suo universo, alle parole preferisce di gran lunga la forma, e infatti è attraverso il design applicato al corpo che riesce ad irradiare tutta la sua energia “lunatica”. I suoi progetti nascono come scarabocchi abbozzati su stralci di carta e poi...Continua a leggere
Condividi:
Categoria:Creativity, Curry

Popular Nerd: Il volto camaleontico di Sean Cubito, dall’obiettivo fotografico alla macchina da presa

Un giglio in un vaso di cristallo: affusolato e ben disposto ad addomesticare la sua immagine al servizio della composizione estetica. C’è un qualcosa di rustico nell’attitudine di Sean Cubito a prendere forma nell’arte. Quella del giglio in cattività è una metafora forse troppo spietata per descrivere la naturalezza con cui si può posare di...Continua a leggere
Condividi:
Categoria:Basilico

Oro Grezzo. Il miraggio Nava, come un dj set nel deserto.

Immaginate un’altalena avvolta dalla sabbia iridescente e un falò circondato dai bonghi che battono implacabili. Il sound di Nava teletrasporta proprio lì, nel corso di un rituale mistico in cui il ritmo è incessante e abbandonarvisi un culto all’irriverenza. Morbidezza e ruvidità sono gli attributi di una dimensione che fa dell’estetica non solo un vezzo...Continua a leggere
Condividi:
Categoria:Creativity, Curry